per visualizzare l'argomento cliccare sul link


                  MOVIMENTO, BILANCIAMENTO E STRUTTURA      CENNI STORICI       LO STANDARD

               I NOSTRI COMPAGNI DI VITA       ESCURSIONI IN MONTAGNA       CHE TIPO E' IL VOSTRO BEARDED ?

              SPETTRO DEI COLORI CANE-UOMO

MOVIMENTO, BILANCIAMENTO E STRUTTURA

Quando parliamo di beardie, oltre alla sua particolare bellezza e simpatia, dobbiamo sempre tenere presente la sua particolare caratteristica di pastore.
Il beardie è stato impiegato e tuttora utilizzato specialmente sulle colline scozzesi per la conduzione di pecore;per cui è un cane che deve essere agile,un perfetto trottare e correre tutto il giorno.
Quindi possiamo tutti facilmente immaginare il grande dispendio di energie durante il loro lavoro nell’arco dell’intera giornata.
Ma come fanno questi cani a fare tutto questo movimento con la minima fatica ,con il minimo dispendio di energie ma nello stesso tempo ottenere  il loro massimo rendimento sul lavoro?
Semplicemente dalla loro struttura ossea e bilanciamento.

Ora non voglio entrare in discorsi tecnici e spiegare ogni singola parte di ossatura,angolazioni, muscolatura e quindi leve, ma una cosa deve essere osservata principalmente in un beardie per iniziare a capire se è ben bilanciato e quindi con buona ossatura: il bilanciamento nel suo particolare movimento al trotto.
Questo deve essere flessibile, leggero,con buon allungo e guadagnare terreno senza minimo sforzo.

Per farvi capire quanto sopra esposto ho recuperato una foto di Joshua.
In questa foto  ha nove mesi d’età  e per lui è del tutto normale, visto la sua eccellente struttura ossea eseguire questo splendido trotto.
Potete vedere il perfetto bilanciamento fra la sua parte anteriore che posteriore( guardate le zampe anteriori e posteriori che sembrano due pendoli perfettamente identici), la parte dorsale molto rigida e dritta( così non si verifica alcuna perdita di propulsione fra il posteriore ed anteriore ).
Infine notate la punta della zampa anteriore e la punta del naso. Toccano entrambe un’ipotetica linea verticale. Indice di un perfetto anteriore in grado di poter ricevere tutta la spinta da un perfetto posteriore.
Ma la cosa eccezionale di questo trotto è che tutte le quattro zampe sono staccate da terra nello stesso preciso istante. Quindi perfetto bilanciamento.


CENNI STORICI

La cosa più sicura che può essere detta sui Bearded Collie è che le sue origini si perdono negli albori dell'antichità.Questa è una razza che si è evoluta naturalmente nei secoli e nessuno l'ha creata nel recente passato.Per secoli in Scozia sono esistiti cani pastori con pelo sul muso e con il mantello duro e shaggy.Venivano chiamati Pastori scozzesi,Collie di montagna o Highland Collie.
( Inoltre il Bearded Collie veniva anche chiamato Hairy Mou'ed Collie e Argle Bargle ).

Cani pastori con simili caratteristiche si possono trovare in ogni parte del mondo,generalmente in luoghi di montagna o in paesi dove gli inverni sono molto freddi.
Per quanto riguarda le origini del Bearded Collie si pensa che il Polish sheepdog possa avere leggermente influenzato lo sviluppo della razza accoppiandosi con cani pastori del luogo.Dire però che il Polish Lowland Sheepdog sia l'antenato del Bearded Collie è del tutto ingiustificato.
Per molti secoli Il Bearded Collie è stato molto apprezzato per la sua resistenza ed abilità nel condurre bovini e pecore.
Si pensi che il primo tipo di Bearded Collie fu stabilito alla fine del 19°secolo solamente secondo il criterio all'abilità sul lavoro.Infatti per molti pastori e fattori ,che possedevano od avevano posseduto un Bearded Collie,era un cane insostituibile sul lavoro e furono molto sorpresi nell'apprendere che la razza fu riconosciuta dal  Kennel Club e diventata popolare come cane da esposizione.  


LA RAZZA 

Il Bearded Collie è un cane da pastore scozzese con un lungo e ispido mantello e con una esuberante ed intelligente personalità.
Per chi ama il Bearded Collie è un cane ineguagliabile.La razza è unica nelle sue capacità,nelle sue affettuose qualità e nella sua  infinita bellezza.
Si può facilmente dire che è "uno splendido regalo del passato".
Il Maggiore James G.Logan of Scotland definì il Beardie:
"E'un cane di una cordialità prepotente,estremamente attivo,chiassoso,un cane con un forte latrato che non ha paura di usare.
Non è un cane per una persona che è fanatica della sua casa,della sua auto,del suo giardino, ma lo è per quelle persone che sono preparate ad educarlo,controllarlo,allenarlo e curare il suo mantello,ma non c'è nessuna razza che potrà darti più fedeltà, compagnia e grande divertimento".

Non c'è dubbio che più un Beardie sarà integrato come membro della famiglia più si svilupperà la sua personalità.
Il carisma del Bearded Collie è un fenomeno non facile da descrivere.
Si può facilmente pensare che ciò sia dovuto al suo temperamento ed alla sua personalità,ma è più di questo.

E' una relazione fra persona e cane che trascende la semplice proprietà.Include devozione,compagnia,senso di responsabilità e forse più di tutto mutuo rispetto.
Chi sarà fortunato nel percepire il  legame con questo particolare animale capirà il carisma del Bearded Collie.
Per apprezzare il valore ed il carattere di un Beardie bisogna viverci insieme.
Il Beardie è di solito felice ed il suo entusiasmo per la vita può essere contagioso.
Perdona facilmente e non porta mai rancore,ed ogni esperienza sia positiva che negativa per lui è sicuramente una lezione di vita.

I Beardie sprizzano amore verso qualsiasi persona e pertanto presumono che quando incontrano qualcuno vengano accolti in egual misura.
Per chi non conosce la razza può rimanere sorpreso nel venire accolto da un Beardie con forti abbracci e baci.
C'è una vasta gamma di temperamenti accettabili in un Beardie,ma mai può essere considerato "tipico"un Beardie troppo timido o aggressivo.
Si possono trovare anche Beardie molto riservati con gli estranei ed altri molto affettuosi con tutti.

Il temperamento può essere modificato dall'ambiente in cui vive il cane.
Socializzazione ed istruzione sono positivi,mentre abusi e trascuratezza possono creare temperamenti con molti difetti.

La personalità invece è acquisita nel vivere con l'uomo.

Pertanto il carattere di un Beardie è la combinazione fra temperamento e personalità.

I Bearded Collie sono cani attivi e intelligenti e si annoiano facilmente se trascurati.
Essi desiderano ardentemente una notevole quantità di contatti personali e stimulazioni mentali.
Un Beardie trascurato può diventare involontariamente distruttivo.




LO STANDARD

ASPETTO: Cane snello e attivo,più lungo della sua altezza in  una proporzione di 5 a 4, misurata dal punto del torace al punto della natica.Le femmine possono essere leggermente più lunghe. Sebbene dall'apparenza forte  deve mostrare molta luce sotto il corpo e non sembrare  troppo pesante.  Intelligenza ed espressione curiosa sono una sua particolare caratteristica.

CARATTERISTICHE: Vigile,vivace,sicuro si sé e attivo.

TEMPERAMENTO: Controllato, intelligente cane da lavoro, con nessun cenno di nervosismo o aggressività.

TESTA E CRANIO: Testa in proporzione alla taglia. Cranio ampio,piatto e quadrato,la distanza fra lo stop e l'occipite deve essere uguale alla larghezza fra gli orifizi delle orecchie. Muso forte e uguale in lunghezza alla distanza fra lo stop e l'occipite. L'effetto completo deve essere di un cane con un muso vigoroso e molta scatola cranica. Stop moderato. Naso largo e quadrato, generalmente nero ma normalmente segue il colore del mantello in blu e marrone. Naso e labbra tinta unita senza macchie o chiazze. La pigmentazione  delle labbra e seguono la colorazione del naso.

OCCHI: In tono con la colorazione del mantello, posizionati ben separati e larghi, delicati e affettuosi, non sporgenti. Sopracciglie arcuate e avanti ma non così lunghe da oscurare gli occhi.

ORECCHIE: Di taglia media e cadenti. Quando in allerta, le orecchie si sollevano alla base,livellandosi con ma senza superare la parte superiore del cranio, aumentando apparentemente l'ampiezza del cranio.

   BOCCA: Denti larghi e bianchi. Mascelle forti con una perfetta,regolare e completa chiusura a forbice. I denti superiori chiusi si sovrappongono ai denti inferiori e si posizionano quadrati alla mascella.

   COLLO: Moderatamente lungo,muscoloso e leggermente arcuato.

   QUARTI ANTERIORI: Spalle piegate bene indietro. Arti diritti e verticali con buona ossatura, coperte con pelo irsuto tutt'attorno. Pastorali flessibili con nessun segno di debolezza.

CORPO: La lunghezza della schiena si evince dalla lunghezza della gabbia toracica e non da quella dei lombi. Schiena diritta e costole ben incurvate ma non a forma di doghe di botte. Lombi forti e gabbia toracica profonda,dando molto spazio a cuore e polmoni.


QUARTI POSTERIORI: Ben muscolosi con buone cosce, Grasselle ben piegate e pastorali posteriori bassi. Pastorali in appiombo ed  in posizione naturale sono giustamente posizionati dietro una linea immaginaria verticale  che parte dalla punta della natica,

PIEDI: Di forma ovale con cuscinetti carnosi. Le dita arcuate e vicine,ben coperte da pelo anche fra i cuscinetti.

CODA: Posizionata bassa, senza attorcigliamenti o piegamenti, e lunga abbastanza per raggiungere l'osso del pastorale. Portata bassa mentre fermo o cammina,può essere estesa in velocità. Mai portata sopra la schiena.Coperta con abbondante pelo.

MOVIMENTO: Flessibile,leggero e con buon allungo.Guadagna  terreno senza minimo sforzo.

PELO: Doppio con morbido,fitto sottopelo.Pelo di copertura diritto,duro,forte ed irsuto,non lanoso e riccio,sebbene leggermente ondulato è permesso.Lunghezza e densità del pelo sufficiente a fornire un manto protettivo e aumentare la forma del cane ma non abbastanza da coprire le linee naturali del cane. Il pelo del cane deve essere presentato ben spazzolato ma al naturale e mai toelettato . Il pelo cade naturalmente da entrambi le parti ma non deve essere mai separato artificialmente.Muso ricoperto da pelo sparso leggermente più lungo ai lati tanto da coprire le labbra. Dalle guance,dalle parte inferiori delle labbra e sotto il mento il pelo aumenta il lunghezza verso il petto formando così la tipica barba, Un mantello eccessivamente lungo e setoso o toelettato deve essere severamente penalizzato.

COLORI: Grigio ardesia,fulvo rossastro,nero,blu,tutte le tonalità di grigio,marrone o sabbia con o senza macchie bianche. Quando c'e colorazione bianca deve essere solo sul muso,sul cranio,sulla punta della coda,sul petto,sulle zampe e sui piedi.Intorno al collare le radici del pelo bianco non devono estendersi dietro le spalle.Il bianco non deve apparire sopra i pastorali o all'esterno degli arti posteriori.Leggere macchie marroni giallastre sono accettabili su sopracciglie,dentro le orecchie,sulle guance,sotto la radice della coda e sulle zampe dove il bianco si unisce al colore principale.


TAGLIE: Altezze ideali: maschi da 53 a 56 centimetri , femmine da 51 a 53 centimetri.Complessivamente qualità e proporzioni dovrebbero essere considerate prima della taglia ma un eccessiva variazione dall'altezza ideale dovrebbe essere scoraggiata.

DIFETTI: Ogni allontanamento dai punti prima menzionati dovrebbero essere considerati difetti; ma si dovrebbe considerare la gravità del difetto  nell'esatta proporzione del suo grado.

NOTA: I maschi dovrebbero avere due evidenti testicoli normali completamente scesi nello scroto.

I NOSTRI COMPAGNI DI VITA

La vita coi cani è strana.
Diventerai, senza nessuno che te lo insegni o ti spieghi come farlo, il punto di riferimento di un cane che sarà pronto a qualunque cosa per te non appena saprà riconoscere il tuo odore e la tua voce.bearded collie Joshua
La vita coi cani è misteriosa.
Sarai spiato da un Grande Fratello peloso che non perderà nessun tuo movimento, specialmente quando capirà dove sono la cucina ed il recipiente dei biscotti.
La vita coi cani è crescere.
Non puoi farci niente, non puoi fermare il tempo perché quel cucciolo che hai tenuto in braccio crescerà troppo velocemente, per diventare il grande amico che ti vorrà accompagnare ovunque andrai.
I cuccioli durano troppo poco.


I cuccioli durano troppo poco.

Avrai sempre uno sguardo con il quale misurarti, affogherai senza poterti salvare nelle profondità inimmaginabili degli occhi di un cane.
Dove la gente crede che non ci sia un’anima.


La vita coi cani è sincera.
Non avrai bisogno di raccontar loro una bugia o delle storie inventate perché tanto, qualunque cosa tu dica loro, i cani la sanno. Sempre.
La vita coi cani è scomoda.
Ti ritroverai una sera d’inverno, con la tramontana che ti graffia il viso ed il gelo che ti arriva alle ossa, a passeggiare da solo con il tuo cane che corre e scodinzola felice, incurante del vento che gli arruffa il pelo e del caldo che avete lasciato in casa.
La vita coi cani è buffa.
Parlerai con un essere che non ti potrà mai rispondere e che però ascolterà ogni tua parola, con così tanta attenzione ed interesse che non ritroverai in nessun altro uomo o donna al mondo.
La vita coi cani è ritorno a casa.
Nessuno come il tuo cane sarà felice di vederti ogni volta che spunterai dalla porta dalla quale ti ha visto andar via; imparerà i tuoi orari, riconoscerà il tuo passo e sarà lì ad aspettarti, anche quando sarà vecchio e stanco, saltando di gioia come se non ti vedesse da un mese.
Anche se sei uscito per comprare il giornale.

La vita coi cani è rinuncia.
Perderai a poco poco quella porzione di divano su cui stavi tanto comodo, dove ti godevi il riposo ed il meritato relax dopo giornate faticose e noiose. E la cosa bella sarà che non ti dispiacerà affatto.
La vita coi cani è comunione.
Dividerai il tuo ultimo boccone con il tuo cane, perché non potrai resistere al suo sguardo implorante che hai incrociato -purtroppo per te- mentre stavi cenando.
La vita coi cani è insegnamento.
Sono loro che ti mostreranno, semplicemente correndo in un prato o sulla riva del mare, la bellezza di una giornata di sole e l’importanza di stupirsi -ogni volta- davanti alle cose semplici.
La vita coi cani è amore.
Quello che proverai ad emulare, che proverai a restituire al tuo cane senza però riuscirci.
Ma cimentarti in questa prova sarà una delle tue imprese più entusiasmanti.

La vita coi cani è un viaggio.
Nessun sentiero di montagna ti sembrerà lo stesso dopo che lo avrai percorso insieme al tuo cane: ricorderai profumi, odori e colori del bosco che prima non avevi sentito o visto; proprio come succederà per il tratto di vita che farete insieme.

La vita coi cani è una parentesi.
Per te è una parte della tua vita, un dolce intervallo fra mille impegni e anni da riempire di cose da fare, un breve cammino insieme ad un cane che tu ben sai, ad un certo punto, si fermerà per lasciarti andare da solo.

Invece per il tuo cane, la sua vita sei tu….!”

ESCURSIONI IN MONTAGNA

In questi giorni di ferie è normale che tutti i proprietari di cani facciano delle bellissime passeggiate in montagna con i loro pelosoni.
Ambienti stupendi , pace , aria pulita e rigenerante…..un vero paradiso per gli amanti di questi luoghi ma a mio avviso non bisogna mai sottovalutare questo tipo di ambiente in particolar modo per i cani.
Pericoli ce ne sono: vipere, nidi di vespe( quelli a  terra i più pericolosi), ragni,calabroni,cinghiali, volpi…….. ecc.

Avendo vissuto in montagna abbiamo avuto la fortuna di poter fare, quotidianamente con i nostri cani, bellissime passeggiate per boschi ed immensi prati e per questo acquisire nello stesso tempo molto esperienze.
Vivendoci giorno dopo giorno inizi e riconoscere particolari situazioni e lo stesso è stato anche per i nostri cani.
Ma in un attimo una bellissima escursione può diventare un incubo.
 Ma come si fa a capire se il nostro cane è stato morsicato invece da una vipera?
Abbiamo moltissime informazioni riguardo la profilassi ma nessuna per capire al momento questo tragico evento.
Quindi se sentirete il vostro cane urlare disperato e lo vedrete con la schiena incurvata per il dolore allora c’è un’altissima probabilità che sia stato morso.
Primi punti da guardare: testa,muso ed interno cosce e poi cercare di tenere il cane il più calmo possibile.

Non fare assolutamente tagli sulla ferita e succhiare il sangue come si vede nei film; c’è il rischio che vi avvelenate anche voi.
Telefonare immediatamente al veterinario e raggiungere al più presto la clinica.
In conclusione con questo mio articolo non voglio assolutamente scoraggiare piacevoli escursioni in montagna, ma cercate sempre di fare molta attenzione specialmente per i vostri cani.

CHE TIPO E' IL VOSTRO BEARDED ?

Quale tipi di geni il vostro beardie ha in maggioranza?


Ci furono due tipi di beardie.
Uno che era più adatto a lavorare con le pecore,più piccoli in taglia, e leggermente più bassi sulle zampe.
La loro particolarità era di correre avanti ed indietro per spingere il gregge e di punzecchiare con morsi le caviglie delle pecore.
Questi erano veloci,agili e tipici beardie.

Poi ci furono quelli intelligenti, più grossi, capaci da soli di condurre dei bovini per tutto il paese fino
a destinazione.
Anche quelli furono tipici beardie,lunghi sulle zampe,forti,affidabili,con una personalità indipendente,teste più forti,controllavano e spingevano i bovini colpendo con la loro testa le loro zampe posteriori.

Inizialmente gli allevatori avevano sempre tenuto i due tipi distinti, ma con il passare del tempo questi due tipi furono uniti.

I genetisti di allora avvisarono che utilizzando nell’allevare differenti tipicità si sarebbe introdotto nel pool genetico delle future generazioni diversi geni e quindi caratteristiche.
Per cui non dobbiamo dimenticare che nella storia del beardie ci sono state queste due componenti nell’allevarli e che ritroviamo ora ma in ogni caso è di fondamentale importanza continuare a mantenere intatta la loro tipica struttura e movimento.

Per chiarirvi meglio quanto ho scritto sopra.
Nella stessa cucciolata ho riscontrato differenti tipicità di beardie.
Jodie nella foto a sinistra è sicuramente del primo tipo mentre Joseph è del secondo tipo.

SPETTRO DEI COLORI CANE-UOMO


Chissà quante volte vi siete chiesti: ma che colori vedono i cani ?
Questi!

Ma la cosa più strana e se volete buffa è che se andate nei negozi specializzati per animali e cercate un gioco per il vostro cane quale è secondo voi il colore predominante?
Rosso,arancione o verde.
Quindi possiamo constatare che le aziende specializzate in marketing cercano di attirare la nostra attenzione per invogliare l’acquisto dei loro prodotti, senza minimamente curare l’esigenza del cane stesso.
Per cui quando vogliamo prendere un giocattolo siamo sempre dell’idea di prenderlo di un bel colore rosso,arancione o verde così il nostro cane lo potrà vedere subito.
Bene quei colori sono meno adatti per lui.
Perchè questo?
Perchè la loro visione è cromatica dicromatica.
Vedono perfettamente i colori: blu, giallo e grigio, mentre gli altri per loro corrispondono ad uno dei tre colori che sono in grado di riconoscere (a quello che gli assomiglia di più). Quindi il cane non vede il rosso ed il verde.
Questo tipo di vista non è svantaggiosa per il nostro amico, perché è un predatore, infatti il numero di coni e la loro tipologia (oltre la disposizione più laterale degli occhi rispetto alla nostra) permettono al peloso di vedere molto bene gli oggetti in movimento e quelli al buio, con una definizione certamente migliore di quella umana. 
Nello specifico, per il predatore è più funzionale riconoscere ciò che si muove al buio, piuttosto che il colore del coniglietto, del pennuto di turno o del grande erbivoro.
Per cui fate attenzione a buttare una pallina rossa in un prato: lo mettereste in difficoltà.